Apr 172019

LIBRO YOGASUTRA DI Patanjali

LIBRO YOGASUTRA DI Patanjali

Gli Yogasutra, ovvero: “gli aforismi dello yoga”, sono il più antico testo di riferimento sullo yoga, e il testo di riferimento per la maggior parte delle scuole e dei vari tipi di yoga che si sono formati nel corso della storia.

Si tratta di un trattato composto da 196 aforismi, o frasi brevi dense di significato. Patanjali, attraverso i suoi aforismi, divisi in 4 libri (o “pada“), ci racconta la via per il Raja yoga o Yoga regale, cioè lo yoga rivolto all’aspetto meditativo.

Questi aforismi rappresentano una vera e propria guida all’autocoscienza, utile per comprendere gli stati che la mente attraversa durante la meditazione, la pratica dello yoga e delle altre pratiche spirituali.

Gli Yogasutra vengono anche definiti “Lo yoga delle 8 membra” o Asthanga yoga proprio perché Patanjali ha individuato in 8 tappe (o “anga”) la via per raggiungere il fine ultimo dello yoga, cioè la cessazione delle afflizioni mentali.

Queste 8 tappe sono:

  • Yama – Astinenze
  • Nyama – Osservanze
  • Asana – Posizioni
  • Pranayama – Tecniche di assorbimento dell’energia vitale (respirazione)
  • Pratyahara – Ritiro delle percezioni sensoriali
  • Dharana – Concentrazione
  • Dyana – Meditazione
  • Samadhi – Illuminazione, beatitudine

E’ curioso notare come, pur essendo il 3° stadio rappresentato dalle posizioni, cioè gli asana, in questo testo Patanjali non tratti alcuna posizione ad esclusione di quella meditativa (seduta a gambe incrociate), in cui sostiene che l’asana deve essere “comodo e stabile”.

Si tratta quindi di un testo che riguarda “la mente” e la disciplina della mente, e che non comprende la descrizione di nessuna posizione, come invece vedremo nei testi successivi.

P.S. Anche se lo yoga di Patanjali viene definito “Yoga degli 8 Anga”, e quindi letteralmente “Asthanga“, non è da confondersi con il tipo di yoga diffuso dal mastro Pattabhi Jois noto al mondo moderno come “Asthanga yoga”. Quest’ultimo si rifà ovviamente agli insegnamenti del testo di Patanjali, ma è caratterizzato da uno stile di pratica in cui si esegue una serie di posizioni fisse.

Anche per questo testo esistono numerosissimi commentari; il mio consiglio è di leggerne diversi, in quanto ogni commentario ci fornisce degli spunti di ragionamento nuovi e interessanti.

Un’edizione a mio avviso particolarmente interessante, e di facile comprensione, è la versione di Satyananda: “Quattro capitoli sulla libertà”.

Puoi acquistare il libro:https://www.macrolibrarsi.it/libri/__yogasutra-patanjali-libro.php